Chi siamo

Unità Operativa 1 - Dipartimento di Scienze Giuridiche, Università di Verona

Il Dipartimento di Scienze Giuridiche dell'Università di Verona, oltre ai compiti di coordinamento, contribuisce alla realizzazione degli obiettivi del progetto attraverso:  

1) Organizzazione attività seminariali parte generale progetto

2) Ricerca modello funzionamento mercato del lavoro nazionale e comparato

3) Collaborazione ai casi studio

4) Report di attività

5) Report attività generali di progetto

6) Trasferimento dei risultati del progetto in collaborazione con le UU.OO.

Il progetto di ricerca è coordinato da Laura Calafà, ordinaria di diritto del lavoro nel Dipartimento di Scienze giuridiche. Vi partecipano Matteo Ortino, associato di diritto dell’economia, Jacopo Bercelli associato di diritto amministrativo, Marco Peruzzi, ricercatore di diritto della sicurezza sul lavoro con la collaborazione di Alexander Schuster per i profili di diritto comparato delle migrazioni e di Venera Protopapa per i profili della Law and Society.

Unità Operativa 2 - Dipartimento di Giurisprudenza, Università di Foggia
Unità Operativa 2 - Dipartimento di Giurisprudenza, Università di Foggia

Le attività del gruppo di ricerca dell’Unità Operativa 2 sono finalizzate, in via preliminare, a (A) ricostruire il quadro normativo in materia di lavoro degli stranieri nel settore agro-zootecnico sotto un triplice profilo:

1) Le tutele previdenziali e assistenziali nel mercato e in costanza di rapporto di lavoro; 

2)   la regolazione e il concreto funzionamento delle attività di vigilanza e di ispezione;

3)   l’apparato sanzionatorio, con particolare riguardo all’incidenza della sanzione penale, anche alla luce delle recenti disposizioni in tema di lotta al c.d. caporalato (L. n. 199/2016).

A questa fase di ricostruzione sistematica delle regole, seguirà una (B) fase di studio di alcuni casi selezionati con l’ausilio di alcuni operatori e organizzazioni del territorio di Capitanata.

L’indagine mira a verificare il grado di effettività delle regole, anche tenendo conto delle specificità territoriali su cui esse ricadono, e la loro incidenza e correlazione con il sistema di prevenzione della Salute e Sicurezza sul lavoro per evidenziarne i punti di forza e gli elementi di criticità (individuando gli eventuali vuoti di tutela), anche al fine di fornire spunti di riflessione circa il loro miglioramento e lo sviluppo di strategie innovative per la tutela della sicurezza e, più in generale, delle condizioni lavorative degli immigrati impiegati nel settore agricolo.

Lo svolgimento della ricerca comporterà, oltre alla partecipazione alle attività seminariali organizzate dalle altre unità operative, lo svolgimento di attività seminariali in loco, la collaborazione scientifica con eventi locali (convegni/incontri di studio), la predisposizione di Report periodici e intermedi, unitamente alla redazione del Report finale. 

L’Unità Operativa è coordinata dalla prof.ssa Madia D’Onghia.

 

Unità Operativa 3 - Unità Operativa Ospedaliera di Medicina del Lavoro, Azienda Socio Sanitaria Territoriale di Cremona.

Le attività svolte dalla U.O. 3 sono soprattutto finalizzate al raggiungimento dell’Obiettivo Specifico 2 del progetto attraverso:

1) Individuazione e reclutamento ai fini della costruzione del campione di lavoratori immigrati da indagare nel settore agro-zootecnico della Lombarda, attraverso (contatti con associazioni di categoria e aziende): è stata avviata la fase di incontri con le Associazioni di categoria dei territori cremonese e mantovano afferenti al settore agro-zootecnico (Comitato Paritetico Provinciale di Mantova, CAPA-CIMI di Cremona, Associazione Provinciale Allevatori di Cremona e Mantova);  seguiranno quelli più specifici con le aziende disponibili a collaborare al progetto: gli incontri sono finalizzati alla costruzione del campione di lavoratori immigrati da indagare, operanti con diversi tipi di contratto lavorativo, nel settore agro-zootecnico;

2) Collaborazione alla rivisitazione questionario 1 Percezione, sulla scorta di esperienze analoghe già effettuate a livello europeo, nazionale e dalla stessa U.O 3, nonché di quanto riportato dalla consultazione della letteratura di riferimento. Le domande del questionario sono finalizzate all’analisi e monitoraggio dei bisogni legati alla tutela della SSL dei lavoratori immigrati in agricoltura, in riferimento alle condizioni lavorative e relativi rischi per la salute; 

3) Somministrazione dei questionari: 1 Percezione (rivolto a tutto il campione) rileva i  bisogni percepiti dai lavoratori immigrati in agricoltura rispetto alla tutela della loro salute e sicurezza sul lavoro. 2 Integra (rivolto al campione da costruire area Lombardia) indaga il livello di integrazione socio-lavorativa dei lavoratori immigrati in agricoltura: la somministrazione sarà svolta face to face e avverrà per mezzo di personale appositamente addestrato, con il supporto, ove necessario, della traduzione del questionario nelle lingue di riferimento del campione e/o del supporto di mediatore culturale. Sarà tutelata la riservatezza dei dati. La somministrazione del questionario sarà preceduta da un’indagine pilota;

4) Inserimento in database dei questionari: i dati raccolti saranno inseriti in un database per la successiva elaborazione statistica a carico di altra U.O. del Progetto;

6) Individuazione e gestione casi studio ai fini del monitoraggio continuo delle attività svolte sui temi di SLL e integrazione dei lavoratori immigrati;

7) Attività seminariali locali:predisposizione e realizzazione di materiale informativo/formativo in lingua di riferimento del campione. Organizzazione e collaborazione scientifica di eventi locali (convegni/congressi/etc) per il trasferimento dei risultati del progetto;

8) Report attività.

L’Unità Operativa è coordinata dal Dott. Mauro D’Anna, Direttore f.f. dell’Unità Operativa Ospedaliera di Medicina del Lavoro presso Azienda Socio Sanitaria Territoriale di Cremona.

Collaboreranno alle attività, oltre al personale strutturato, anche personale sanitario (Assistenti Sanitari e Data Manager).

Unità operativa 4 - Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale, Università di Roma

L’Unità Operativa 4, che fa capo al Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale - Facoltà di Scienze Politiche, Sociologia e Comunicazione della Sapienza Università di Roma, opera in due direzioni

1) Mappare gli attuali percorsi formativi curriculari finalizzati a diventare mediatori culturali;

2) Elaborare il questionario INTEGRA, da somministrare a un campione di lavoratori immigrati nel campo dell’agricoltura e della zootecnia (individuato dall’U.O. n.3), al fine di rilevare sia il loro grado di integrazione sia la percezione dei rischi e della sicurezza sul lavoro che essi hanno.

Inoltre, collaborerà con l’unità operativa 5 alla stesura del questionario FORMA e si occuperà, insieme alle altre unità operative, dei casi di studio e delle attività seminariali locali, nonché della stesura del report finale.

Per la costruzione del questionario INTEGRA verrà implementato – dopo aver consultato la letteratura di riferimento - il questionario PERCEZIONE, già utilizzato in un precedente progetto dedicato alle tematiche di salute e sicurezza sul lavoro per i lavoratori immigrati. I questionari saranno somministrati in presenza e, ove necessario, con l’aiuto di un mediatore culturale e i dati raccolti saranno inseriti in un database per la successiva elaborazione statistica.

L’Unità Operativa n 4 è coordinata da Giovanna Gianturco, prof.ssa associata di Sociologia generale del Dipartimento di Comunicazione e ricerca sociale della Sapienza Università di Roma. Vi collabora Patrizia Laurano, assegnista di ricerca presso lo stesso Dipartimento

Unità operativa 5 - Dipartimento di Sanità Pubblica e Malattie Infettive, Università di Roma 

L’Unità Operativa 5 ha il compito di elaborare e somministrare questionari al fine di rilevare:

1) Il livello di conoscenza dei professionisti socio-sanitari rispetto al possibile impatto dei rischi lavorativi sulla salute e sicurezza dei loro pazienti stranieri, in particolare quelli impiegati nel settore agro-zootecnico (questionario FORMA);

2) Le necessità formative degli operatori socio-sanitari sui temi indagati.

Inoltre collaborerà con le altre unità operative (U.O. 3 e U.O 4) nella predisposizione e somministrazione di questionari per la valutazione dei bisogni percepiti dai lavoratori immigrati in agricoltura rispetto alla tutela della loro salute e sicurezza sul lavoro (questionario PERCEZIONE) e del livello di integrazione socio-lavorativa dei lavoratori immigrati in agricoltura (questionario INTEGRA);

Per la predisposizione dei questionari verrà consultata la letteratura di riferimento. Ai fini della loro somministrazione, verranno contattate aziende agro-zootecniche e operatori socio-sanitari sul territorio laziale e non solo.

Infine i dati raccolti saranno inseriti in un database per la successiva elaborazione statistica.

L’Unità Operativa è coordinata da Maurizio Marceca, professore associato di Igiene generale ed applicata nel Dipartimento di  Sanità Pubblica e Malattie Infettive della Sapienza Università di Roma. Vi partecipano Alessandro Rinaldi, medico specialista in Igiene e Medicina Preventiva e assegnista di ricerca presso la Sapienza Università di Roma; Livia Maria Salvatori, medico in formazione specialistica in Igiene e Medicina Preventiva presso la stessa Università.